Presentata a Milano “Progetto Fuoco” ai giornalisti del settore arredo, architettura e design

Progetto Fuoco, 21-25 febbraio 2018

Dal 21 al 25 febbraio 2018 è in calendario, nel quartiere fieristico di VeronaFiere, Progetto Fuoco, mostra internazionale di impianti e attrezzature per la produzione di calore ed energia della combustione di legna, giunta quest’anno all’undicesima edizione.

 

(16.01.2018) La manifestazione, a cadenza biennale dal 2000 (la prima edizione risale al 1999), si conferma non solo come imprescindibile punto di riferimento e appuntamento obbligato per il comparto del riscaldamento a legna, ma anche come l’unico evento mondiale a ciclo completo nel settore, a vocazione internazionale e un’attenzione crescente verso uno dei distretti più significativi dell’economia del territorio.

Progetto Fuoco è luogo di incontro privilegiato tra la i principali produttori a livelli mondiale (italiani anzitutto che realizzano, nelle stufe e nei caminetti, l’80% del valore mondiale prodotto, ma anche tedeschi, austriaci, spagnoli e francesi) e la domanda internazionale: a Progetto Fuoco è infatti prevista una consistente presenza di buyer provenienti da tutti i principali mercati del mondo, sia tradizionali sia emergenti. Nell’ultima edizione del 2016 i visitatori sono stati oltre 70.000, 14.500 dei quali provenienti da 69 diversi Paesi del mondo.

A riprova di una crescita esponenziale della manifestazione nel corso degli anni parlano i numeri: una superficie espositiva di 115.000 mq (a fronte degli 105.000 dell’edizione 2016, degli 85.000 dell’edizione 2014 e degli 11.000 del 1999), ad oggi quasi 800 espositori (vale a dire +5% rispetto al 2016; circa 300 esteri provenienti da 38 Paesi.

Caminetti, stufe, cucine, barbecue; Caldaie e grandi impianti a biomassa; Pellet, cippato e legna da ardere; Macchine per pellet; Fumisteria, sono i settori merceologici in mostra nei sette i padiglioni espositivi e nelle grandi aree esterne della Fiera di Verona che ospita Progetto Fuoco.

E più nello specifico: caminetti, rivestimenti e inserti per caminetto, termocamini ad aria e ad acqua, stufe a pellets, stufe a legna, stufe ad accumulo termico, cucine a legna, termocucine in muratura, barbecue, accessori per caminetti, legna, pellets, tronchetti, mattonelle, accendifuoco, prodotti per la pulizia, caldaie a pellets, a legna pezzata e a biomasse, bruciatori a pellets e per combustibili triti, impianti e sistemi “chiavi in mano”, silos per stoccaggio, macchine per la produzione del pellets e spaccalegna, comignoli e camini, condotti da fumo, accessori per fumisteria, materiali refrattari, maioliche, ceramiche, strumenti di misura e controllo, servizi di fumisteria, studi di fattibilità e progettazione, associazioni di settore. A proposito di caminetti e stufe, va rimarcato come negli ultimi anni le aziende si siano sempre più avvalse della collaborazione di noti designer internazionali per affiancare a prodotti dall’estetica tradizionale, modelli ad alto tasso di design in linea con le più attuali tendenze del mondo dell’arredamento.

Importante è evidenziare che in Fiera verranno presentati oltre 300 prodotti funzionanti grazie ad un apposito impianto di aspirazione dei fumi.

Significative le parole di Raul Barbieri e di Ado Rebuli:

“Progetto Fuoco, che quest’anno raggiunge l’undicesima edizione, è divenuto anno dopo anno il più importante evento mondiale nel settore del riscaldamento a legna e pellet” spiega Raul Barbieri, Direttore di Piemmeti spa, società organizzatrice dell’evento. “Si tratta di una manifestazione unica nel suo genere, con numeri di assoluto rilievo. Quasi 800 aziende espositrici, delle quali 300 estere, su 115.000 metri quadrati di superficie espositiva e con oltre 300 prodotti funzionanti, grazie ad un sofisticato impianto di aspirazione fumi. Numeri promettenti che ci portano a sperare di superare le 70.000 presenze di operatori e visitatori della scorsa edizione”.

Sottolinea Ado Rebuli, Presidente di Piemmeti spa “Queste le premesse e le attese di una Fiera che arriva alla sua undicesima edizione in un momento particolarmente favorevole. I dati del settore sono da anni positivi, a testimoniare la vitalità di un comparto vivace al quale il mondo dell’energia si rivolge sempre più con motivata attenzione. Fattori quali l’economicità, la sostenibilità e non ultimo l’accesso agli incentivi del Conto Termico, offrono una visione del comparto assolutamente positiva e convincente, a cui ora si aggiungono prestazioni eccellenti e design di qualità. Prospettive nuove e vantaggiose -conclude Rebuli-  per un mercato sempre più esigente in termini di risparmio energetico e rispetto per l’ambiente e la persona”.

A corollario della manifestazione, un ricco programma di convegni, seminari, tavole rotonde, corsi, workshop e incontri a tema, organizzato in collaborazione con AIEL (Associazione Italiana Energie Agroforestali), il partner tecnico di Piemmeti nell’organizzazione di Progetto Fuoco

Progetto Fuoco si avvale del patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, della Regione del Veneto, della Provincia di Verona, del Comune di Verona, della camera di Commercio di Verona, di Confartigianato Veneto, di Dip. TeSAF – Università degli Studi di Padova e di collaborazioni scientifiche con AIEL, Anfus, Assocosma e di tutte le principali associazioni del settore.